Per effettuare Investimenti  che risultino davvero redditizi è necessario utilizzare una piattaforma di brokeraggio che si vada ad amalgamare bene con quelli che sono gli obiettivi investitoriali del trader e tenga conto dei bisogni educativi e la metodica di apprendimento. Scegliere il giusto broker può rivelarsi, soprattutto per i nuovi trader, la differenza tra una grande delusione e la felicità dovuta ai guadagni in entrata. Purtroppo, un modo per ottenere guadagni al 100% negli investimenti non esiste ancora, comunque per riuscire a fare dei buoni investimenti il più frequentemente possibile è importante scegliere il broker che più si adatti ai nostri modi di fare. In questo articolo proveremo quindi ad illustrarvi quelle che secondo noi sono le caratteristiche da tenere d’occhio se si vuole fare trading in maniera sicura. Volendo vedere le piattaforme migliori, puoi controllare su questo sito

Impara a riconoscere i tuoi bisogni

Innanzitutto, prima di andare a scegliere direttamente il proprio trader tra quelli maggiormente consigliati, pensa un attimo e analizza quelli che sono gli aspetti più importanti da possedere per una piattaforma di trading online. Il trading più adatto a te varierà dipendentemente a seconda dei tuoi obiettivi. Se hai appena iniziato nel mondo del trading potresti preferire delle caratteristiche come un accesso facile al personale di supporto e glossari. Se invece sei un trader esperto potresti preferire dei broker un po più complicati, con tanti grafici e dati. Per scegliere il tuo broker personale cerca quindi di essere onesto con te stesso e scegliere la giusta piattaforma a seconda di quali sono le tue possibilità.

La sicurezza della propria piattaforma

Una delle caratteristiche più importanti da conoscere per la scelta del proprio broker è il livello di sicurezza e di protezione dei propri dati questo offre. E’ importante quindi chiedersi se il proprio broker sia in grado di offrire un autenticazione a due fattori, o se c’è la disponibilità ad avere, oltre alla password, un’altra misura di sicurezza. Le opzioni più comuni possono comprendere la risposta a domande di sicurezza, la ricezione di codici univoci e sensibili al tempo tramite testo o e-mail o l’uso di una chiave di sicurezza fisica che si inserisce nella porta USB.  Anche il tipo di tecnologie che il nostro broker utilizza per proteggere i propri dati è molto importante, in genere i broker che crittografano i dati o che utilizzano dei cookie sono quelli preferibili, soprattutto se vanno ad avvertire il cliente sulla tecnologia che utilizzano per proteggere il dispositivo. Importante è anche riconoscere da quali agenzie il nostro broker viene regolamentato: un buon broker è infatti sottoposto alle legislazioni di varie agenzie, ad esempio in Europa la maggior parte dei trader più famosi sono controllati proprio dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (CySEC), o in altri casi dalla CONSOB.

Le varie offerte del broker


Dato che gli strumenti utilizzati per fare trading sono anch’essi molto importanti, è necessario fare un controllo di questi seguendo dei diversi obiettivi.

Per prima cosa è essenziale analizzare quali e quanti tipi di account sono offerti dalla piattaforma di trading. Verificare anche che lo stesso broker offra Roth o conti pensionistici.

Calcola le tasse del broker


Piuttosto importante è anche farsi un idea basandosi sulle tasse che il nostro broker vorrà farci pagare per attivare i suoi servizi, solitamente questi pagamenti risultano giustificati per gli utenti solo se la piattaforma offre effettivamente delle funzionalità particolari che nessun altra piattaforma presenta sul mercato, bisogna comunque tenere a mente che spesso, oltre ad evitare tutti quei broker che richiedono delle commissioni troppo costose, dobbiamo evitare anche i siti di trading online che ci permettono di fare trading senza pagare nulla, questo perché è facile che le piattaforme gratuite si rivelino una truffa. In generale, tuttavia, si desidera perdere il più possibile i rendimenti dell’investimento per quanto riguarda le commissioni contabili e le commissioni di negoziazione.

Mettere alla prova le piattaforme del broker


Provare le piattaforme offerte dai broker, come ad esempio i vari MetaTrader può rivelarsi molto utile, infatti mentre tutte le piattaforme dovrebbero perlomeno contenere una descrizione del tipo e della funzione degli strumenti offerti, molte di queste piattaforme non fanno così. Per questo la migliore azione da fare per capire se una piattaforma sia davvero degna di essere utilizzata è quella di provare la stessa piattaforma con mano. In particolare nei broker la cui iscrizione è gratuita, come eToro, può valere la pena per i vari trader iscriversi alla piattaforma anche solo per poter dare un occhiata alle piattaforme della stessa, cosi da farsi un idea.